Do not miss

On Palladio's trail: from Montagnana to Monselice

Palladio, the great genius born in Padua, he didn't left work in his city, though, to him was given the tomb of Luigi Visconti to the Basilica of St. Anthony and it has been documented its technical advice for the construction of the Mocenigo Querini-Nievo Palace (now home of the Meneghetti student), while in the Padua area he has designed , around 1560, the Villa Cornero in Piombino Dese and Villa Pisani in Montagnana, both with gabled porches with overlapping columns and no outbuildings.

Sulle tracce del Palladio: da Montagnana a Monselice

Palladio, grande genio nato a Padova, non ha lasciato nessuna opera nella sua città, anche se gli sono attribuiti il monumento funebre a Luigi Visconti alla Basilica di Sant'Antonio ed è documentata una sua consulenza tecnica per la costruzione di palazzo Mocenigo Querini-Nievo (ora Casa della Studentessa Meneghetti), mentre nel territorio padovano ha progettato, intorno al 1560, la villa Corn

Sulle tracce del Palladio: da Piombino Dese a Piazzola Sul Brenta

Palladio, grande genio nato a Padova, non ha lasciato nessuna opera nella sua città, anche se gli sono attribuiti il monumento funebre a Luigi Visconti alla Basilica di Sant'Antonio ed è documentata una sua consulenza tecnica per la costruzione di palazzo Mocenigo Querini-Nievo (ora Casa della Studentessa Meneghetti), mentre nel territorio padovano ha progettato, intorno al 1560, la villa Cornaro a Piombino Dese e la villa Pisani a Montagnana, entrambe con portici a timpano con colonne sovrapposte e senza annessi rustici.

Padua: Stadt der Fresken

In Padua sind viele Kilometer “erzählende Wände” erhalten, wo Licht und Farbe ineinander aufgehen und außergewöhnliche Geschichten zum Leben erwecken. Der erste war Giotto, der zu Beginn des 14. Jahrhunderts die Freskenverzierung rühmte und damit eine außerordentliche Zeit für die erzählende und monumentale Malerei einläutete.

Pages