Museo Nazionale Atestino

Museo Nazionale Atestino

Il nucleo dell’attuale museo si deve a Vincenzo Fracanzani, podestà di Este, che nel 1834 decise l’istituzione di una raccolta inizialmente denominata Museo Civico Lapidario. Questa sistemazione, con l’aumentare dei rinvenimenti, si rivelò inadeguata e lo Stato istituì il Museo Nazionale Atestino con decreto del 1 aprile 1887, trasferendo la sua sede a Palazzo Mocenigo. Al suo interno sono visibili oggi i reperti più rappresentativi della cultura dei Veneti antichi, vissuti in questa regione durante tutto il I millennio a. C. Di particolare interesse è l’abbondante materiale rinvenuto presso l’insediamento perilacustre del Laghetto della Costa presso Arquà Petrarca. Il manufatto più pregevole qui conservato è la situla Benvenuti, databile al 600 a.C. circa; si tratta di un vaso di bronzo sbalzato e cesellato con raffigurazioni di animali reali e fantastici e scene di vita quotidiana. E', inoltre, documentata la romanizzazione del territorio attraverso la raccolta di documenti archeologici, epigrafici e linguistici. Oltre alla famosa Madonna con Bambino di Cima da Conegliano, dipinta nel 1504 per la chiesa di Santa Maria delle Consolazioni, é esposta un’ampia selezione di ceramiche prodotte nel territorio estense tra il XIII e il XIX secolo

Musées
Museo Nazionale Atestino
Via Guido Negri, 9/c
35042   Este   (PD)  
Tel: 0039 04292085
Fax: 0039 0429603996


Horaires d'ouverture en hiver: 
8.30-19.30, biglietteria chiude mezz'ora prima
Horaires d'ouverture en été : 
8.30-19.30, biglietteria chiude mezz'ora prima
Heure de fermeture: 
25.12, 01.01, 01.05
Remarques: 
Biglietti: € 5 intero € 2,50 ridotti (cittadini dell'Unione Europea dai 18 ai 25 anni; docenti di ruolo delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato), l'ingresso è gratuito per i cittadini dell'Unione Europea fino a 18 anni, visitatori con meno di 12 anni debbono essere accompagnati. Con Arte Terme Card sconto di €1 sul biglietto di ingresso
Remarques pour les handicapés: 
Accesso e servizi per diversamente abili