Dal 15 febbraio Palazzo Santo Stefano apre come Museo Urbano

Dal 15 febbraio Palazzo Santo Stefano apre come Museo Urbano

Un ampio percorso di valorizzazione dedicato alla memoria che arricchisce la rete museale della Provincia di Padova. Sede storica dell’Amministrazione provinciale e della Prefettura, l’immobile di piazza Antenore 3 racchiude uno scrigno di tesori storici e artistici ancora poco conosciuti da cittadini e turisti. In particolare, è stato riportato alla luce un rifugio antigas interrato e un rifugio antiaereo realizzati nel periodo bellico. Il presidente della Provincia Fabio Bui si è recato a visionare i lavori ormai ultimati. 
“Credo che per i più giovani soprattutto sarà un modo di toccare con mano cosa sono stati a Padova gli anni della guerra - ha spiegato il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui – entrare nei cunicoli, vedere le porte, la bicicletta con cui si alimentava l’energia elettrica e molti altri cimeli, fa fare un tuffo al cuore. Il nostro obiettivo è quello di rivolgerci in particolare agli studenti perché la nostra città e tutto il territorio in generale, nascondono angoli dove è stata scritta la storia, quella vera, quella che si tocca con mano. Sono luoghi e fatti che dovrebbero insegnarci a conoscere il passato per poter costruire un futuro più consapevole di ciò che i nostri nonni e bisnonni ci hanno lasciato”.
Da metà febbraio, dunque, Il Museo aprirà le porte a scuole, ospiti e cittadini che potranno conoscere questo pezzo di storia incastonato nel cuore di Padova.

Museo di Palazzo Santo Stefano
Piazza Antenore, 3
35121   (PD)  
15/02/2019



Dal 15 febbraio Palazzo Santo Stefano apre come Museo Urbano