Lago della Costa

Lago della Costa

L’insediamento peri lacustre del Laghetto della Costa, nel Comune di Arquà Petrarca, occupa la riva sud occidentale del bacino, come hanno evidenziato gli scavi archeologici condotti negli anni 1885-86, 1901 e 1909 da Federico Cordenons e nel 1906 da Alfonso Alfonsi. La grande quantità di reperti rinvenuti è conservata nelle collezioni del Museo Nazionale Archeologico Nazionale Atestino di Este, dove una parte è anche esposta al pubblico, e del Museo Civico Archeologico di Padova. Questi materiali documentano la lunga durata dell’insediamento, da un momento finale dell’età del rame agli inizi dell’età del Bronzo recente. A un momento iniziale del sito vanno attribuite le scodelle su peducci e decorazione a cordoni plastici. La fasi maggiormente rappresentate, sono quelle risalenti all’antica e media età del Bronzo, tra XXIII e il XV secolo a.C. A questo periodo risalgono i numerosi boccaletti a profilo ovoidale o troncoconico d’impasto ceramico nero e i manufatti in osso corno. L’abitato sorgeva nella zona perispondale a Sud Ovest del laghetto, forse diviso in più nuclei insediativi, con abitazioni palafitticole principalmente del tipo su bonifica, descritta dagli scavatori come costituita da impalcati di grosse travi in legno di quercia, accostate una all’altra e sostenute da pali infissi nel limo lacustre, costipati con rami di varie dimensioni e grosse pietre. I piani pavimentali erano costituiti da assiti lignei sui quali era alloggiato il focolare domestico isolato dal pavimento da un sottofondo di lastre di pietra. Nella zona dello scavo eseguito dall’Alfonsi venne messo in luce un doppio allineamento di pali, conficcati nel limo lacustre a distanze pressoché regolari, senza funzione portante, ma di delimitazione dell’insediamento. La conservazione di uno dei paletti rinvenuto lungo il fianco di una delle pavimentazioni, ora conservato al Museo Civico di Padova, ha consentito l’esecuzione di una datazione radiocarbonica che ha fornito un’età radiometrica di 3675+- 29 BP, permettendo di datare la struttura tra il XXII e il XX secolo a.c. 2133 – 1983 cal. BC. Il Laghetto della Costa riveste una notevole importanza culturale e paesaggistica internazionale, essendo stato inserito nel Sito UNESCO culturale seriale transnazionale denominato “Siti palafitticoli preistorici dell'arco alpino”, designato nel 2011. Maggiori informazioni, sui caratteri del Sito e sul relativo Piano di Gestione, al link seguente: http://www.provincia.pd.it/index.php?page=siti-unesco---piani-di-gestione.

 

Foto: Comune di Arquà Petrarca.

Parchi e Siti Naturalistici
via Costa
35032   Arqua Petrarca   (PD)  


Note visite: 
Proprietà privata