Parco Treves de' Bonfili

Parco Treves de' Bonfili

Il monumentale Parco Treves de' Bonfili, il primo parco ad essere progettato nella città di Padova, è una significativa opera progettata da Giuseppe Jappelli.
I giardini, costruiti tra il 1829 ed il 1835, sfruttano gli spazi tra l'ospedale vecchio e le mura cinquecentesche e costituiscono l'ultima sintesi tra la raffinatezza settecentesca e l'affiorare del nuovo spirito romantico che si andava diffondendo proprio in quegli anni. Purtroppo nel 1942 una parte delle costruzioni (le grotte, la pagoda cinese, due ponticelli e le gradinate del maneggio) furono distrutte e gli alberi tagliati: lo scempio fu ulteriormente aggravato alla fine della seconda guerra mondiale, quando cumuli di detriti vennero collocati sull’area del maneggio, rialzando conseguentemente il bacino di circa due metri; nel frattempo i crolli di terreno nelle grotte avevano provocato l’abbassamento della collina, sconvolgendo completamente la scenografia ideata nel progetto originale. Il Parco fu acquisito dal Comune nel 1958, che lo aprì al pubblico; i restauri recentemente ultimati hanno recuperato, per quanto possibile, l’impianto e le strutture originarie e reinserito alcune piante antiche e rare. E' possibile visitare la Zona Monumentale Superiore.

Ville Castelli Piazze e Giardini Storici
Parco Treves de' Bonfili
via B. d'Alviano, Porta Pontecorvo
35121   Padova   (PD)  
Tel: 049 8204474 Ufficio Verde Comune di Padova; 347 1495877 Associazione Artopolis - Padova


Autobus: 
2(Bus dell'Arte)
Orario invernale: 
1.11-28.2: martedì-domenica 14-16; 1.03-30.04 e 1.10-31.10: martedì-domenica 10-12 14-18
Orario estivo: 
1.05-30.09: martedì-domenica 10-12 15-18
Chiusura: 
lunedì
Note visite: 
ingresso gratuito. Visite guidate a pagamento, anche in lingua inglese, previa prenotazione tramite l'associazione Artopolis