Cammino esperienziale “Kalipè”

25 GIU 2022
Altro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ecco a voi una proposta di vero e proprio benessere con un mix perfetto tra il dolce movimento fisico e l’equilibrio interiore. Escursione dalla Stazione di Levada – Badoere, alle sorgenti del Sile.

Programma della giornata:
Puntuale ritrovo alle ore 06.00 (scollegamento cellulari ore 06.10) presso il parcheggio situato nei pressi della dismessa stazione Levada-Badoere in corrispondenza dell’accesso n. 19 della ciclabile Ostiglia- Treviso, prospicente la strada provinciale n.68 a sud di Badoere.
Inizieremo l’escursione passando a fianco dalla stazione di Levada/Badoere posta in Comune di Piombino Dese a pochi metri dal confine tra le Province di Padova e Treviso, ove ci avvieremo per uno storico viottolo di servizio usato allora dai passeggeri dei treni, camminando a margine dei campi già coltivati ad asparago e radicchio, giungendo in breve tempo nella spettacolare piazza, detta la Rotonda di Badoere, già raffigurata dal Ciardi nei sui quadri.
Il percorso prosegue in direzione dei ruderi e le mura di Cà Badoer-Marcello (incendiata durante la rivolta contadina del 1920) verso lex mulino Dotto posto sul fiume Zero, poi si proseguirà per strada inghiaiata lungo la ex via Munara in direzione del ponte dei tre confini sul fiume Sile, ove potremmo ammirare i vecchi mulini Badoer ora denominati Case Rosse, posti uno fronte l’altro, perché marcavano i confini per la molitura del mais bianco da quello giallo da polenta.
Fiancheggiando le ex cave di argilla delle Fornaci di Istrana arriveremo finalmente ad “abbracciare” i maestosi Taxodium orignari della Florida, piantati dai nobili Veneziani Corner dell’omonima villa di Cavasagra. Qui vicino vedremo le prime risorgive e saremo accolti dal volo dei germani reali, dai canti sgraziati dei fagiani, dalle fughe delle lepri e di bianchissimi aironi guardabuoi. Passando per la località Munaron ci recheremo verso la Corbetta Nuova per immergerci camminando (anche scalzi opzionale) nel “Bosco Romantico del Conte”, ove e situato il fontanasso del Parroco. Qui avvenne secondo leggenda lo sprofondamento della carrozza della Regina irrispettosa verso la processione del cristo che inghiottita tra i vapori nebbiosi del vortice del fontanile, per riapparire tempo dopo trasformata in “cagnetta”.
Mediteremo sotto l’antica Quercia tra l’area archeologica e il fontanasso dea Coa Longa, la Torbiera e i Campi Chiusi, bonificati dai Benedettini.
Opzione alternativa di ritorno, costeggiando la vecchia Casera dei Corner ci avvicineremo a Levada, ove potremmo ammirare l’antica Chiesa parrocchiale e la Dogale villa Dei Marcello.
Ristorazione in zona, su prenotazione personale:

  • Trattoria S, Ferdinando, via Pignan, 11 Levada tel. 049 9350441
  • Ristorante Sombrero, via dei Marcello, 28 Levada tel. 049 9365266

Info:

  • Prenotazione solo tramite messaggio whats app al 349 8078082 entro giovedì 23 giugno 2022.
  • Durata intera mattinata
  • Contributo di 10 euro.
  • Abbigliamento adatto, scarpe da trekking (possibilità di camminare scalzi per alcuni tratti), zainetto, borraccia, telo/stuoia, eventuale repellente insetti.
  • In caso di maltempo l’escursione sarà annullata, (Accompagnatore guida escursionistica e maestro di Shinrin yoku, Dott. Luciano Fior)

tag:

+39 349 8078082

Può interessarti anche

La vedova allegra

Il Natale canta la Pace in Ucraina

Incontro con l’Autore

800 Padova Festival

Resta in contatto

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sugli eventi e le attività della città di Padova.