Il Cammino di Sant’Antonio

Itinerario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il Cammino nasce dal tragitto compiuto nel giugno del 1231 da Sant’Antonio, che si sentiva prossimo alla morte, su un carro trainato da buoi per essere portato al suo convento in Padova. Il cammino è stato ripercorso in forma di pellegrinaggio dai fedeli seguendo la strada carrabile. In seguito alla motorizzazione e all’aumento del traffico automobilistico, il percorso era diventato troppo pericoloso: per questo motivo nel 1995 padre Alberto Tortelli, con l’aiuto di alcune persone, decise di tracciare un percorso pedonale che collegava i Santuari Antoniani di Camposampiero alla Basilica del Santo a Padova. Il cammino fu poi esteso, in accordo con i frati della Basilica del Santo, in direzione di Montepaolo e nel 2015 sino al Santuario della Verna.

La prima parte del percorso da Camposampiero alla Basilica del Santo di Padova, di 24 km, è detta anche “Ultimo cammino” e ripercorre il percorso che sant’Antonio morente percorse, su un carro trainato da buoi, per il suo desiderio di morire nel suo convento di Padova. La tratta successiva di quasi 160 km fino a Bologna, è praticamente pianeggiante e si copre in 7-8 giorni.

Nella seconda parte, da Bologna fino al Santuario della Verna, il dislivello è maggiore (11.000 complessivi) e il percorso prevede una serie continua di saliscendi. Attraversa diversi parchi naturali e zone protette per un totale di 109 km.

(0039) 049 8225652

Può interessarti anche

Cicloturismo in città e nei dintorni

Le Terme e i Colli Euganei

Cammini e ciclovie

Padova città d’acque

Resta in contatto

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sugli eventi e le attività della città di Padova.