Circolo della Lirica di Padova

26 MAR 2023
Cinema e teatro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Dido and Æneas, opera in 3 atti di Henry Purcell va in scena a Palazzo Zacco Armeni, dopo la prima rappresentazione di sabato 25 al Ridotto del Teatro comunale di Ferrara. Ispirata al libro IV del celeberrimo poema virgiliano “L’Eneide”, con alcune varianti apportate dal librettista Nahum Tate, è forse una delle prime opere musicate e scritte in Inghilterra verso la fine del 17° secolo. Il giovane Henry Purcell, novello Orpheus britannicus, con questa opera si consacra indiscutibile maestro della forma barocca.

I suoi lamenti sono insuperabili, la sua pittura tonale fantasiosa, le sue dissonanze audaci e con “When I am laid in earth” ha scritto una delle arie più belle di tutta l’età barocca. Prendendo probabilmente spunto dal teatro shakespeariano, il librettista inserisce nella narrazione nuovi personaggi: le streghe e una Maga che ordisce una terribile trama contro Didone. Invidiosa dell’amore travolgente della regina di Cartagine, l’Indovina invia un elfo travestito da messaggero degli dei per convincere Enea a lasciare Cartagine per compiere la missione che il destino gli ha assegnato, fondare una nuova Troia sul suolo latino. Costretto dall’inganno ordito dalla maga, l’eroe troiano, pur combattuto tra amore e obbedienza, riprende anzitempo il viaggio cui è predestinato e abbandona l’amata regina. Non potendo più vivere senza l’amato, Didone si abbandona alla morte tra le braccia dell’amica e confidente Belinda con un lamento struggente, dove si raggiunge il culmine del pathos (“Ricordati di me, ma dimentica il mio destino”). La struggente Aria-lamento “When I am laid” è una delle composizioni più belle e celebri di Purcell.

L’allestimento realizzato in forma semiscenica è frutto del lavoro di progettazione e formazione concepito da due straordinari artisti, il mezzosoprano rodigino Marina de Liso, che calca i più importanti palcoscenici del mondo e insignita nel 2018 del prestigioso Premio Quadrivio, e il regista Giovanni Dispenza. Maestro accompagnatore Dimitri Belli.

Il cast internazionale in scena è formato da 12 artisti dell’atelier lirico del mezzosoprano De Liso: Conti Claudia, Dal Pont Giovanni, De Nittis Alberto, De Palma Viola, Ferraro Ester, Galvão Sofia, Kramer Arabella, Maccabei Giulia, Santos Moreno Daniela, Simioni Anna Giulia, Totola Enrico, Tranchant Hugo. Produzione realizzata in collaborazione con la Fondazione del Teatro Comunale di Ferrara e la Fondazione Ferrari e Salimbeni di Venezia.

tag:

Prato della Valle, 82, Padova
(0039)3479531018

Può interessarti anche

Portello Segreto- I Luoghi del Sapere

Planetario di Padova

Racconti della Natura: Il dubbio e il desiderio. Eva Mameli Calvino

Sherwood Festival

Resta in contatto

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sugli eventi e le attività della città di Padova.