Padova Urbs picta

24 GEN 2019-31 DIC 2020
Mostre e festival
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Otto luoghi unici che raccontano la storia della Padova del Trecento a partire da un capolavoro assoluto come gli affreschi della Cappella degli Scrovegni di Giotto.

La candidatura non di un singolo luogo, ma di un insieme di realtà è una sfida. Non esistono simili candidature e riconoscimenti nella storia dell’UNESCO.

Il grande sviluppo della pittura padovana trecentesca inizia con l’arrivo di Giotto in città dove l’artista fu chiamato intorno al 1302. Approfittando del soggiorno di Giotto a Padova Enrico Scrovegni gli commissionò l’opera conosciuta ancora oggi in tutto il mondo come il suo capolavoro e alla quale per tutto il secolo successivo gli artisti attivi a Padova non poterono non guardare – Pietro e Giuliano da Rimini, Guariento di Arpo, Giusto de’ Menabuoi, Jacopo Avanzi, Altichiero da Zevio, Jacopo da Verona – rielaborando in maniera personale e autonoma il linguaggio rivoluzionario portato dal grande maestro fiorentino.

Otto luoghi in città custodiscono l’opera più significativa di Giotto e la sua eredità, testimonianze pittoriche uniche che insieme creano un percorso coerente, una storia da conoscere e preservare nella sua unità.

Realtà differenti, pubbliche e private, laiche e religiose, unite insieme per continuare a conservare, tutelare, valorizzare e promuovere un patrimonio storico artistico nato dall’ingegno umano per poterlo poi consegnare integro alle generazioni future di tutto il mondo.

tag:

Può interessarti anche

Giornate europee del Patrimonio 2022

Festa dello Sport 2022

Armonie di Vie – Villa del Conte

Loreggia…a teatro

Resta in contatto

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sugli eventi e le attività della città di Padova.